I miei racconti (4)

Ben Esra telefonda seni boşaltmamı ister misin?
Telefon Numaram: 00237 8000 92 32

I miei racconti (4)Ero ancora nudo vicino a Marianna e dal mio uccello colava ancora sperma, lei fu la prima a parlare e disse “wow!!!” col respiro pesante io riuscì solo a sorridere. Vidi i suoi seni con i miei schizzi sopra e le passai un pacco di fazzoletti,esce il primo,poi il secondo e infine il terzo con il quale pulisce la sua vagina ed ecco….sangue! L’avevo appena sverginata e lei con aria serena dice “è successo!”. Mi sentivo quasi in colpa e le chiesi se andava tutto bene,mi rispose di sì e ci baciammo. Da quel giorno fu un susseguirsi di scopate senza stancarci mai! Doppiette,triple e mattinate intere….beata gioventù. Marianna iniziò a chiedermi di vivere la nostra relazione alla luce del sole,anche se la cosa non mi andava accettai. Le sere iniziammo a uscire nel suo paesino e dato che era circondato da amiche, convinsi i miei amici più grandi a portarmi da lei in macchina, aydınlı escort rimanevamo per un momento tutto insieme e poi noi due ci allontanavamo; in principio andavamo in un giardino comunale quasi abbandonato e partivano seghe e ditalini,più di tanto non me lo permetteva perché non si sentiva sicura. Col tempo iniziammo a cercare altri posti finché trovammo una stradina piccola e senza uscita,c’era una piccola porta di una casa abbandonata e ogni volta la sbattevo contro quella porta e scopavamo! Solitamente portava minigonne ed era tutto più facile; ma un giorno porto un pantaloncino di jeans e non voleva scopare dato che se li sarebbe dovuti abbassare molto e non potevamo vedere se qualcuno arrivava all’improvviso,cercai di convincerla ma niente! Mi arresi e iniziammo a baciarci, uscì il mio cazzo e glielo misi in mano,forse si sentiva in colpa ma mi iniziò a segare per pendik escort bene,ogni tanto si chinava e me lo succhiava,poi mi venne una idea!!! Volevo venirle in bocca e lo chiesi,lei in cambio non si aspettava questa richiesta e a ogni mia insistenza diceva “ma perché?”, ad un certo punto la avvisai,stavo venendo “prendilo in bocca,vengo!” fece un sorriso imbarazzato, si chinò e iniziai a spruzzare,una, due,tre volte e forse anche quattro! La sentivo ingoiare finché non smisi,si alzò e con grande sorpresa mi disse ridendo “mmm buona”, non ce la feci e la baciai. Sentì il sapore di sperma nella sua bocca e le dissi ” quindi possiamo rifarlo!”, mi rispose con un sorriso. Io mio cazzo continuava a stare duro e la volevo far godere,avevo il cazzo già pulito dalla sua bocca e glielo rimisi in mano,le aprì i pantaloncini e misi dentro la mia mano,poco a poco si abbassavano quei pantaloncini orhanlı escort e il ditalino era sempre più veloce; la girai e le misi il cazzo tra le chiappe mentre continuavo il mio lavoro di dita ed ecco…altra sorpresa! Mentre la facevo godere,iniziavo a muovere il cazzo tra le sue natiche ma non mi aspettavo che la mia cappella avesse puntato il suo ano e lo iniziai a sentire più stretto,abbasso lo sguardo e capisco,la stavo inculando. Rallento i movimenti fino a far entrare tutto il mio cazzo nel suo culo,il suo respiro diventava più forte e andava al ritmo delle mie penetrazioni, aumentai il mio lavoro di mano finché la sento dire “vengo vengo!”; fu la prima volta che feci venire una donna! Il mio cazzo però voleva venire e le volevo venire dentro. Controllava i miei movimenti con una mano sul mio fianco e quando iniziarono ad aumentare i colpi mi disse ” non venire dentro!”; beh già mi stava dando il culo,come minimo dovevo rispettare il suo volere. Lo tolsi dal suo ano e venni sulle sue chiappe sode,ero un bagno di sudore! La pulì e le chiesi se le avevo fatto male,disse di sì e anche qua,quasi mi sentì in colpa.

Ben Esra telefonda seni boşaltmamı ister misin?
Telefon Numaram: 00237 8000 92 32

Bir cevap yazın

E-posta hesabınız yayımlanmayacak. Gerekli alanlar * ile işaretlenmişlerdir